mercoledì 20 luglio 2011

Dieci anni

20 luglio 2001 - 20 luglio 2011




Carlo


Io non c'ero a Genova. Avevo un lavoro nuovo. Dovevo restare qui.
Dal primo fotogramma di corteo, ho pensato che decisamente ero rimasta nel posto sbagliato.
E poi la morte di Carlo.
E l'irruzione alla Diaz.
E il massacro di Bolzaneto.

Nemmeno una volta in questi dieci anni ho pensato di essere fortunata per non essere stata lì quei giorni.
Al contrario, ogni volta che penso a quel luglio, mi sento come se avessi tradito.

5 commenti:

  1. non hai tradito.
    I traditori sono coloro che parlano di democrazia e ma dietro l'angolo fanno di tutto pere toglierci i diritti
    I traditori sono coloro che ci fanno sentire come mendicanti quando in realtà chiediamo solo di vivere
    I traditori sono quelli che scelgono la strada più facile per loro
    In quei giorni a Genova hanno sospesa la costituzione, la mia città non era più una città era il Cile l'Argentina era fumo, vuoto e dolore.
    Tanto dolore.
    Ernest

    RispondiElimina
  2. io si, l'ho pensato Tante volte e tutt'ora lo penso e un pò d'ansia mi sale per sabato, perchè questa volta ci Voglio essere e ci Devo essere ...
    gioggio

    RispondiElimina
  3. Dieci anni fa a Genova non c'ero, perchè ero ancora un po' troppo piccola, ma con Carlo e le immagini di quei giorni in breve sono nata, politicamente. E' a questo ragazzo steso sull'asfalto che devo tutto quello che sono oggi.

    http://www.carmillaonline.com/archives/2006/07/001861.html

    Ross

    RispondiElimina
  4. utente anonimo22 luglio 2011 13:51

    povero tesoro ,non dovrebbero succedere cose cosi assurde un genitore sa che il figlio va a una manifestazione pacifica per il suo futuro e il nostro e lo ammazzano cosi ,ma la pulizia o carabignieri non dovrebbero essere al nostro servizio, non ci dovrebbero aiutare, non dovrebbero far si che non succedessero queste cose ............non a causarle ,mi dispiace per questi genitori ....................

    RispondiElimina

Sproloquia pure tu.